Parlamento Ue: plenaria a Strasburgo. Stato di diritto a Malta, Premio Sacharov, tasse sui servizi digitali

foto SIR/Marco Calvarese

(Strasburgo) Un piano per tassare i servizi digitali in maniera più equa nell’Ue ed evitare l’evasione fiscale aziendale: è uno dei temi che apre la seduta odierna dell’Europarlamento, riunito in plenaria da oggi fino a giovedì 19 dicembre. Uno dei momenti clou della sessione sarà mercoledì 18 dicembre con la consegna del Premio Sacharov 2019 del quale è stato insignito l’economista uiguro e attivista per i diritti umani Ilham Tohti; si tratta di un tributo per la sua lotta in difesa dei diritti della minoranza uigura in Cina. Ilham Tohti è stato condannato all’ergastolo per accuse di separatismo, per cui sarà sua figlia Jewher Ilham a ritirare il premio di persona. Martedì 17 dicembre si svolgerà un primo turno elettorale a scrutinio segreto per eleggere il prossimo Mediatore europeo a mandato quinquennale. Nella mattina di mercoledì 18 dicembre i deputati discuteranno invece le conclusioni del vertice del Consiglio europeo del 12-13 dicembre. Fra i temi: cambiamento climatico, bilancio pluriennale Ue, Conferenza sul futuro dell’Europa e Brexit. Il nuovo Presidente del Consiglio europeo Charles Michel riferirà al Parlamento per la prima volta. In agenda nella settimana figurano inoltre la situazione politica a Malta e le indagini sul delitto Caruana Galizia; una risoluzione sulla “discriminazione pubblica e sui discorsi di odio contro le persone Lgbti in alcuni Paesi Ue, in particolare in Polonia”; le celebrazioni per il decimo anniversario del Trattato di Lisbona.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia