Madre Vannini: card. De Donatis (vicario Roma), “ci spinge verso i malati e ci invita a cercare i poveri, gli anziani, i disabili”

“Oggi madre Vannini ci spinge di nuovo con rinnovato entusiasmo verso i malati e ci dice che bisogna andare a cercare i poveri, gli anziani, i disabili e la nostra città ha tante persone dimenticate dalla famiglia e dalla società”. Lo ha detto il vicario del Papa per la diocesi di Roma, il card. Angelo De Donatis, nell’omelia della messa di ringraziamento per la canonizzazione di madre Giuseppina Vannini, fondatrice della congregazione delle Figlie di San Camillo, che ha celebrato ieri sera nella basilica di San Giovanni in Laterano. “Aiutate ancora la nostra diocesi ad incamminarsi con amore verso le periferie esistenziali della nostra città, ad ascoltare il grido dei malati e dei poveri che sono i nostri veri signori e padroni”, è l’incoraggiamento del porporato. Il vicario del Papa per la diocesi di Roma ha anche ribadito che “oggi la Chiesa è in festa perché in cielo risplende la nuova luce di santa Giuseppina Vannini”. “Oggi la Chiesa di Roma è in festa perché qui sulla terra della nostra città brilla tra le tenebre la luce di Dio – ha aggiunto -. Giuseppina Vannini è una nuova santa tutta romana a cui affido la nostra città, la nostra diocesi, in particolare i nostri poveri che gridano chiedendo l’aiuto della misericordia di Dio e della Chiesa”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo