Diocesi: mons. Forte (Chieti), “non cercare il consenso al di sopra di tutto, ma servire la verità e la giustizia anche a costo di svantaggi personali”

“La fortezza induce a rinunciare a quanto tende a sedurci e vorrebbe occupare nel nostro cuore il posto che spetta a Dio solo: proprio così, essa sostiene anche l’impegno generoso finalizzato alla ricerca del bene comune”. Lo scrive l’arcivescovo di Chieti-Vasto, mons. Bruno Forte, nella sua lettera pastorale dal titolo “Forti nella fede”, incentrata sulla virtù della fortezza. “La fortezza appare una virtù particolarmente necessaria a chi ha responsabilità pubbliche, perché aiuta a non cercare il consenso al di sopra di tutto, ma a servire la verità e la giustizia anche a costo di svantaggi personali”, aggiunge il presule. A suo avviso, con l’esercizio della fortezza “si possono superare i mali che falsano il nostro rapporto con la realtà e con le sfide della vita”. L’arcivescovo mette in guardia da viltà, presunzione, temerarietà. E in particolare, dalla “viltà, che ci fa fuggire davanti alle prove e ci induce a soccombere ai timori che l’ambiente circostante e le vicende del momento possono generare in noi, fino a farci accettare alibi e compromessi immorali”; dalla “presunzione, che non ci fa temere ciò che invece va temuto ed evitare ciò che è bene sia evitato”; dalla “temerarietà, eccesso di audacia per cui si va incontro a pericoli anche gravi senza valide ragioni, mettendo a rischio i doni ricevuti da Dio e abbandonando il senso della misura che scaturisce dall’umiltà e dall’impegno sincero, teso a compiere il disegno divino sulla nostra vita secondo la nostra vocazione”. “Vincere le tentazioni, rappresentate dai vizi accennati, richiede vigilanza e intensa attività spirituale: occorre attenersi al sommo bene, affidandosi al Signore con tutte le forze e in maniera assidua, verificandosi costantemente sugli impegni presi e invocando incessantemente l’aiuto dello Spirito, che il Risorto ha effuso ed effonde su chi lo invoca”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo