This content is available in English

Daphne Caruana Galizia: mons. Scicluna (Malta) al Sir, “preghiamo per il dono della giustizia”. Eventi sull’isola e a Bruxelles

“Nel secondo anniversario del brutale assassinio di Daphne Caruana Galizia, preghiamo per il suo eterno riposo e per il dono della giustizia perché porti a ciascuno e a tutti quanto loro spetta”. È l’arcivescovo di Malta, mons. Charles Scicluna, che, raggiunto dal Sir, esprime l’auspicio e la preghiera che “coloro che indagano sulla sua morte prematura consegnino alla giustizia gli esecutori e tutte le persone coinvolte”. Parla della necessità di “doni di prudenza e saggezza, ma anche di integrità e coraggio”, in relazione a questa triste vicenda. Sono numerosi gli eventi a Malta e in Europa che in questi giorni ricordano la giornalista Caruana Galizia (nella foto, una sua immagine al Parlamento europeo che le ha dedicato la sala stampa di Strasburgo) barbaramente uccisa con un attentato il 16 ottobre 2017.

Tra questi, la presentazione oggi a Malta di un rapporto di Reporters Without Borders su “Giustizia ritardata: l’assassinio di Daphne Caruana Galizia e il clima di deterioramento della libertà di stampa di Malta”. Domani invece è prevista una manifestazione silenziosa a Bidnija, dove la giornalista investigativa viveva e dove fu uccisa. Una messa sarà celebrata a La Valletta, alle 18, con la partecipazione di don Luigi Ciotti. Seguirà una marcia attraverso il centro della città; si concluderà di fronte al tribunale con una serie di interventi. Il Parlamento Ue ha organizzato una conferenza a Bruxelles, il 17 ottobre, su “Rischiare tutto per sostenere i valori e la democrazia dell’Ue: proteggere i giornalisti”, con la partecipazione di Matteo Caruana Galizia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo